Cos'è?

Detto anche sindrome dell'occhio secco è una alterazione acuta o cronica del film lacrimale (lacrima) dovuta a molteplici cause sia locali che sistemiche in grado di determinare segni e sintomi molto fastidiosi.

Sintomi

  • Calo dell’acuità visiva
  • Occhio rosso
  • Bruciore, prurito e sensazione di corpo estraneo
  • Fotofobia e dolore
  • Sensazione di pesantezza palpebrale
  • Iperlacrimazione paradossa (watering eye)

Cause

  • Blefariti e malattie delle ghiandole di Meibomio acute e croniche
  • Riduzione frequenza ammiccamento legato all’utilizzo di Computer, Cellulari e Tablet
  • Aria secca (vento, aria condizionata, riscaldamento ecc.)
  • Sesso femminile, menopausa, età avanzata
  • Assunzione cronica di alcuni farmaci sistemici
  • Istillazione cronica di colliri anti-glaucoma
  • Istillazione cronica di colliri con conservanti
  • Inquinamento atmosferico e fumo (anche passivo)
  • Post-congiuntiviti allergiche, virali e batteriche
  • Post-chirurgia refrattiva o della cataratta
  • Concomitanza di patologie autoimmuni sistemiche tipo Sindrome di Sjögren, LES, Sclerodermia e Artrite reumatoide ecc.
  • Anomalie di posizionamento palpebrale (Floppy eyelid syndrome ecc.)
  • Abuso nell’utilizzo di lenti a contatto

Diagnosi

Esami e test ambulatoriali:

Esami strumentali:

  • Meibomiografia
  • Osmolarità lacrimale
  • Test MMP9

Diagnosi del tipo di occhio secco

Tipo quantitativo: riduzione della quantità della lacrimazione. In genere correlato alla sindrome di Sjogren

Tipo qualitativo: riduzione della qualità della lacrimazione. In genere correlato a disfunzione delle ghiandole di Meibomio primitiva o secondaria a istillazione cronica di colliri terapeutici

Tipo misto: riduzione quantitativa e qualitativa della lacrimazione. Spesso il più frequente.

In tutti e tre i tipi di occhio secco le alterazioni del film lacrimale determineranno un aumento dell’osmolarità del film lacrimale che a sua volta causerà un’infiammazione cronica dei tessuti congiuntivali e corneali. L’infiammazione determinerà così un aumento delle alterazioni del film lacrimale innescando un circolo vizioso cronico.

Terapia

Modificare, se possibile, i fattori aggravanti:

  • Fattori ambientali (umidità relativa dell’aria, ore passate al VDT ecc)
  • Farmaci
  • Fumo
  • Inquinamento
  • Lenti a contatto

Colliri Lubrificanti:

Lacrime artificiali, gel e pomate senza conservanti.

Colliri per ridurre l’infiammazione:

  • Steroidi
  • Ciclosporina

Terapia delle disfunzioni delle ghiandole di Meibomio:

  • Impacchi caldi
  • Igiene bordo palpebrale
  • Antibiotici topici o sistemici
  • Colliri antinfiammatori steroidei

Terapie particolari:

  • Chiusura dei puntini lacrimali con dispositivi rimovibili
  • Collirio di autosiero
  • Lenti a contatto morbide terapeutiche
  • Lenti a contatto sclerali
  • Farmaci sistemici antidolorifici nel dolore neuropatico corneale